Archivio

Archivio Dicembre 2016

Quanto è cambiata l’iconografia sull’Africa?

31 Dicembre 2016 Nessun commento

Ho digitato “Africa” su Google, sezione Immagini. Questo utilissimo quanto implacabile motore di ricerca  suggerisce, in prima battuta, 4 categorie di foto, con 4-5 esempi di foto per ciascuna categoria: “Africa e paesaggi” (praticamente panorami e animali), “Africa fisica” (mappe), “Africa bambini”, “Africa persone” (ancora bambini e anche donne con … bambini). Scorrendo i suggerimenti per categoria, vi sono anche “Africa Paesaggi Poveri”, “Africa Bambini Sorridenti”, “Bambini Africani Bellissimi Occhi”) e simili.  Poi, sotto, la pagina generale delle immagini, con una sfilza – ancora –  di mappe, panorami, persone (qui la variabile in più è rappresentata da gente in costume tradizionale e da guerriglieri) e poco altro. Dopo quasi 13 anni che ho aperto questo blog, l’iconografia ricorrente sul continente africano non sembra cambiata granché. Certamente, tale iconografia dice qualcosa sull’Africa, ma molto di più su chi la guarda e la rappresenta. Forse oggi è cambiata un poco, invece, la narrazione complessiva sull’Africa, specie grazie all’opera di tanti intellettuali africani, anche espatriati. Molto sforzo di informazione (o meglio, di contro-informazione) viene fatto, oggi più di ieri, anche sulla spinta dei nuovi conflitti che sconvolgono il continente e dei fenomeni migratori internazionali. Ma c’è ancora molto da fare: conclusione scontata, ma inevitabile, come premessa agli auguri di un buon 2017 per tutti, e soprattutto per chi ne ha più bisogno.

La foto è tratta da   www.lifegate.it     Photo credit: SIA KAMBOU/AFP/Getty Images

 

 

La cultura della negoziazione

11 Dicembre 2016 Nessun commento

In numerose culture dell’Africa è presente una vera e propria tecnologia della negoziazione e della prevenzione dei conflitti, almeno quando tale negoziazione e prevenzione rientra nei limiti delle possibilità di gestione che esistono al livello locale (oggi è molto più complicato). In passato, su questo blog, ho avuto modo di parlarne, ad esempio qui e qui. Ho ritrovato un documento dell’OCDE di diversi anni fa, che è molto interessante a questo proposito. Riporta i contributi di una iniziativa svoltasi a Conakry nel 2005, dal titolo “Initiative de valorisation des capacités africaines endogènes dans la gouvernance et la prévention des conflits”. Vale proprio la pena di leggerlo, o di rileggerlo. Credo possa insegnare anche qualcosa a noi in Italia.

La foto è tratta da: http://make.brussels/fr/projects/arbres-a-palabres/