Archivio

Archivio Novembre 2014

Images du passé en Afrique de l’Ouest

21 Novembre 2014 Nessun commento

Le site “Images du passé en Afrique de l’Ouest” présente, depuis 2006, des centaines de cartes postales et photos anciennes du Sénégal,  du Soudan français, de Guinée, de Côte d’Ivoire, de Haute-Volta, de Gold Coast, du Togo, Dahomey, Niger, Tchad et Cameroun.  Accompagnées de leurs légendes originales et de commentaires sur leur contexte historique ou de références littéraires sur le sujet.  A’ visiter sans hésitations.

Source de la photo (vue de Saint Louis, Sénégal): http://www.saintlouisdusenegal.com/citemagique.php


			

Antiche città africane

Le “geografie fantasiose” di cui parlava Edward Said sono modi di pensare certi luoghi e popoli applicando i propri desideri e pregiudizi. Si tratta, aggiungo, di rappresentazioni della realtà che costruiscono modelli artificiali ed etnocentrici delle relazioni interculturali: insomma, creano una “alterità” elaborata a proprio piacimento, per poter fondare una relazione psicologica e di potere sbilanciata, del tipo “noi ok/loro no ok”. Se guardiamo al modo in cui l’Africa sub-sahariana è stata rappresentata nel corso dei secoli, uno dei tanti modi in cui questa “alterità” è stata creata è affermare senza esitazioni che gli africani sono sempre e solo vissuti in villaggi, che non hanno mai conosciuto seriamente il fenomeno urbano e che la città non è roba per loro. In questi giorni circola un articolo di Mawuna Remarque Koutonin in cui si fornisce una qualche spiegazione di ciò: gli europei, nel penetrare in Africa, hanno distrutto 100 grandi e ricche città. In effetti, l’Africa (anche la parte sub-sahariana) ha una notevole e antica tradizione urbana. Un bel saggio di Sékéné Mody Cissoko dimostrò a suo tempo che alcuni di quelli che oggi sono popoli rurali, come i Soninke, i Songhay, i Mandinga e tanti altri, “hanno sviluppato nel passato una brillante civiltà urbana”, quella di Tomboctu, Gao, Uialata, Ifé, Kano, ecc. Per non parlare delle antiche città nella parte centrale e orientale del continente. Insomma, un altro luogo comune da sfatare.

L’immagine della città di Loango nel XVII secolo (basata sui resoconti di viaggiatori) è tratta da: http://kwekudee-tripdownmemorylane.blogspot.it/2013_05_01_archive.html