Archivio

Archivio Maggio 2014

Fabrizio Casavola: un ricordo

Fabrizio Casavola è scomparso da poche ore, e mi sembra impossibile. E’ stato uno storico sostenitore e attivista della causa dei Rom e dei Sinti, nella sua Milano e in tutta Europa, attraverso il suo blog Mahalla, tante pubblicazioni e interventi, e una attività incessante sul territorio. Tanta passione sul tema degli stereotipi sui “diversi”, e quindi presente anche nella discussione che qui abbiamo condotto, nel corso di questi anni, sull’immagine distorta dell’Africa. Fabrizio è stato un amico della prima ora di “Immagine dell’Africa”, e ci conoscemmo personalmente a Milano, nell’agosto del 2005, alla presentazione di “Società africane”, insieme ad altri bloggers. Spesso mi segnalava articoli, documenti, notizie, curiosità che poi riprendevo e pubblicavo qua dentro, con gratitudine.

Riporto una delle ultime cose che mi ha scritto, a gennaio. La rimpatriata a cui Fabrizio fa cenno, sia chiaro, è solo rimandata.

Ciao, vecchio pirata!
Gli auguri sono a Immagine dell’Africa sono d’obbligo, non solo perché abbiamo iniziato tutti e due su Tiscali a distanza di qualche mese e poi in questi 10 anni ci siamo anche conosciuti di persona (http://goo.gl/D2mBH5 – a quando una rimpatriata?). A volte abbiamo anche discusso e ci siamo scornati, in 10 anni è normale.
Sono auguri d’obbligo perché credo che in questo tempo tutti e due siamo stati “ossessionati e ci siamo confrontati a distanza (perdona l’ambizione) sulle questioni del tuo primo post: quanto la non-conoscenza e l’immagine veicolata dalla “società maggioritaria” influisca su popoli e genti che difficilmente hanno accesso diretto ai nostri media, nonostante si viva in un mondo di informazioni in tempo reale.
Nessun comizio, solo un ricordo: 10 anni fa era un periodo in cui tutti volevano avere un blog, una moda che univa farfalle, fiorellini, dediche, a ragionamenti e sperimentazioni più impegnative. Come ogni moda, la gran parte è rifluita da altre parti (Facebook, Twitter, ecc.) e i blog che ci sono ancora nel 2014 sono, per forza, i più seri e i più testardi. A te il metodo e la serietà, a me (forse) la testardaggine.

 

 

 

 

 

I blog dell’ASC di Leiden

1 Maggio 2014 1 commento

L’African Studies Centre di Leiden ha avviato una serie di bei blog sull’Africa e sugli studi africani. Si parla di ricerca, Internet e altre tecnologie dell’informazione e della comunicazione, cultura, musica, attualità socio-economica, usi (e sfruttamento) delle risorse naturali in questo continente, oltre che dell’immagine dell’Africa nei media. I blog sono curati dal direttore Ton Dietz, da ricercatori del Centro e anche da studenti.

La foto è tratta da: http://www.tafter.it