Archivio

Archivio Settembre 2013

Le organizzazioni regionali africane

15 Settembre 2013 Nessun commento

C’è tuttora, in Italia, una scarsa informazione sistematica su obiettivi, funzionamento, attività e risultati delle organizzazioni regionali africane, a partire dall’Unione Africana. Nel mondo politico, in quello dell’informazione e anche in quello della cooperazione allo sviluppo, tutto sommato, c’è poco interesse a capire veramente o a raccontare cosa fanno gli africani in quanto “attori” istituzionali. A colmare questa lacuna è stato uno studio di Marco Massoni per conto del CEMISS, dal titolo ”Le strategie delle principali Organizzazioni Regionali, con particolare riferimento al nuovo approccio unitario dell’Unione Europea ed il ruolo delle grandi potenze nei confronti del continente africano: orientamenti e obiettivi strategici per i prossimi decenni”. Massoni fa una mappa esauriente di tali organizzazioni regionali, identificando anche i loro punti di forza e di debolezza, con l’intento di suggerire politiche di rafforzamento di queste istituzioni, in un mondo globalizzato che vede il continente africano ancora penalizzato, sfruttato e represso nelle sue potenzialità.

La foto di un recente summit dell’Unione Africana è tratta da: http://summits.au.int

Diaspora africana e nuovi esperimenti informativi

5 Settembre 2013 Nessun commento

In merito alla polemica sulla trasmissione  RAI “The Mission”, in via di preparazione (un programma di sensibilizzazione sui campi profughi in alcuni Paesi africani, con il coinvolgimento di alcuni “VIP”), è sorprendente il fatto che nessuno, sino ad oggi, si fosse preoccupato di conoscere i pareri della diaspora africana in Italia. Lo ha fatto Marco Pugliese di African Voices, che mi ha chiesto di leggere e presentare, in un apposito articolo, alcune opinioni raccolte.

Quanto emerge, al netto delle critiche, delle polemiche e dei fuochi incrociati, è la profonda stanchezza di questi africani che vivono nel nostro Paese di fronte al modo prevalente in cui i loro popoli vengono, da decenni, ritratti e raccontati, soprattutto quando la finalità è quella della raccolta di fondi: informare per stupire, emozionare, per suscitare una generosità che diventa sempre più estemporanea e, in prospettiva, sempre meno motivata e duratura, come immagino direbbe anche Massimo Coen Cagli, grande esperto in questo campo.

La foto è tratta da: http://atlante.unimondo.org