Archivio

Archivio Maggio 2007

Belafonte vs Tarzan

Il modo in cui la gente percepisce l’Africa fa parte integrante della sfida a trovare soluzioni ai problemi di questo continente. Qualche anno fa lo ha detto, in una conferenza stampa che ho ritrovato, il leggendario cantante, attore e produttore cinematografico Harry Belafonte, nella sua qualità di "goodwill ambassador" dell’UNICEF. L’immagine globale dell’Africa, ha sostenuto Belafonte, ha radici nelle distorsioni originate dai vecchi film di Tarzan e dall’odierno reporting giornalistico. L’ignoranza circa quel che sono realmente gli africani rende difficile il compito a chi vuole, invece, trasmettere al vasto pubblico anche il senso di speranza e di successo che si può riscontrare quando ci si reca in loco. Una bella sfida per tutti, anche per la sede RAI di Nairobi che ha appena aperto.

Prosegui la lettura…

L’Africa infantile – 5

22 Maggio 2007 4 commenti

Ripeto, a distanza di 5 mesi e mezzo, un piccolo esperimento sul peso della fotografia come strumento di "infantilizzazione" dell’Africa. Si tratta di una (rozza) comparazione sui soggetti delle foto che il motore di ricerca Google riporta come risultato delle seguenti voci: "africani", "asiatici", "europei" e "americani". Alla voce "africani", tra le prime 20 ve ne sono addirittura 13 in cui sono presenti bambini (il 2 dicembre scorso erano 12). Alla voce "asiatici" le immagini di bambini (sempre tra le prime 20) sono 3 (a dicembre erano 4), alla voce "europei" vi è solo una foto di bambini (come a dicembre). Alla voce "americani", invece, vi è una sola immagine con un soggetto infantile (a dicembre, nessuna), ma si tratta di una bambina irachena ai piedi di un marine.

Prosegui la lettura…

La costituzione coloniale

11 Maggio 2007 3 commenti

Esisteva uno stretto rapporto tra la rappresentazione degli africani e le norme giuridiche che regolavano il rapporto tra colonizzatori e colonizzati. Ne parla, in un suo saggio, il giurista spagnolo Carlos Petit. Il titolo del saggio è: “Il modello coloniale dello Stato di diritto. La costituzione africana in Guinea”, in P. Costa, D. Zolo (a cura di), Lo Stato di diritto. Storia, teoria, critica, Feltrinelli, Milano 2002. Ne riporto una mia (mirata) sintesi. Il saggio ha come oggetto la “costituzione coloniale” imposta dall’Europa in Africa, a partire soprattutto dalla conferenza di Berlino del 1885, focalizzando l’attenzione sull’esperienza della Guinea spagnola.

Prosegui la lettura…

Una visione anti-esotica dell’arte africana

7 Maggio 2007 1 commento

Douniala è un’associazione che punta alla promozione dell’arte plastica africana contemporanea. Ne fa parte Marion Brousse, di cui ho ricevuto un lavoro che sto leggendo con curiosità. E’ un testo in francese in cui l’autrice riporta preziose informazioni su una serie di artisti di Mali, Burkina Faso e Senegal con i quali è venuta in contatto. Il testo inizia così: "Art africain ” : cette formule sonne bien aux oreilles des occidentaux. Un peu comme un gadget commercial, une marchandise figée pour toute éternité. Devant cette évocation, apparaissent pratiquement toujours, des images de masques, de statues en bois. Des hommes costumés dansent sur des rythmes de percussions. Des chants tribaux résonnent. Pour le spectateur, l’art africain ne serait-il qu’un outil au service du seul art de vivre les festivités quotidiennes, les rites de passage et les fêtes religieuses des peuples africains ? Les voyageurs et les amateurs d’horizons nouveaux se contentent trop souvent de cette vision exotique de l’Afrique, aiguisée par la dimension mystérieuse et attirante d’un continent immense. (…) Spero che questo incipit spinga qualcuno a continuare la lettura.

Prosegui la lettura…