Archivio

Archivio Novembre 2006

Esotismo in salsa orientale

28 Novembre 2006 2 commenti

Nella cartucciera dei pensieri, gli stereotipi sono tra quelli che maggiormente guidano le azioni. Fanno riflettere i clichés sull’Africa che cominciano a pervenirci da Paesi che si stanno affacciando con grande forza politica ed economica sulla scena africana, come la Cina (dove si è tenuto di recente un summit cino-africano) e l’India.

Prosegui la lettura…

Safari materni

22 Novembre 2006 Nessun commento

Alcune celebri donne del mondo del cinema e della musica sono andate a partorire, o ad adottare un figlio, in alcuni Paesi africani. Nonostante i nobili intenti, questo ha destato qualche perplessità, per l’approccio e per il modo, che richiamano tristi analogie coloniali o neocoloniali. L’articolo del link è tradotto in modo pessimo, ma comunque rende l’idea dell’autore. Non la condivido in toto, ma fa pensare. Ringrazio Michele della segnalazione.

Prosegui la lettura…

Il Darfur sotto silenzio

16 Novembre 2006 4 commenti

Le stragi in atto nel Darfur, da anni, hanno avuto una scarsissima eco nei nostri media. Parliamo di centinaia di migliaia di vittime, di milioni di profughi: ogni TG dovrebbe aprire ogni giorno con aggiornamenti su questa situazione; ogni giornale dovrebbe avere in prima pagina, ogni giorno, almeno una finestrella su quanto succede in questa zona del Sudan. Invece no. La crisi del Darfur sta passando quasi sotto silenzio, a parte alcune eccezioni, come viene messo in luce da un importante blog che si occupa di colmare il grave vuoto informativo su questa vicenda. Indubbiamente (provo a mettermi nei panni di un operatore dell’informazione) la crisi del Darfur appare abbastanza complicata da comprendere, rispetto ad altre: basti leggere la voce di Wikipedia a questo proposito. Infatti, certamente risulta molto più comprensibile, e classificabile, un classico conflitto "tribale" africano, o presunto tale (tipo hutu-tutsi, per capirci). Alcuni sospettano anche che lo scarso appeal mediatico di questa crisi sia dovuto al fatto che gli Stati Uniti non vi sono coinvolti. In ogni caso, tutto questo non mi sembra giustifichi il silenzio dei nostri mezzi di comunicazione su questa vicenda, comunque la si interpreti.

Prosegui la lettura…

Spiragli

5 Novembre 2006 3 commenti

Quando l’altro giorno ho aperto il n. 44 del supplemento "Magazine" del Corriere della Sera mi stava quasi venendo un colpo: un reportage aveva come titolo "Swaziland. Chi ha paura del gran ballo delle 50.000 vergini" e appresso: "Un re che sceglie la 14^ moglie fra le suddite che danzano nude…". Roba da appendere il blog a un chiodo, dopo aver battuto e ribattuto su questa vicenda. Ma il testo (a firma di Paka Diaz) in realtà ha poi riportato interessanti informazioni: su una delle regine che difende le donne, sull’associazione di giuriste "Women in Law", su alcuni movimenti della società civile, sul rapporto tra diritto tradizionale e diritto civile, sull’incidenza dell’AIDS e altre cose. Insomma, nonostante diverse concessioni al folklore (del resto, in quel caso, la materia non manca) e, nelle foto a corredo, una immancabile sfilza di tette al vento, finalmente un articolo che va un po’ oltre quel che si dice di solito su questo minuscolo regno africano. A lato di questo articolo, c’era anche una significativa nota di Edoardo Vigna, sul ritorno dei cervelli nigeriani in patria e sul fatto che l’economia africana, pur tra mille problemi, si muove.

Prosegui la lettura…